ST Microelectronics

Chi

STM è una delle principali fonderie di circuiti elettronici Italo-Francese e la seconda a livello europeo. Si occupa principalmente di memorie RAM e sistemi microelettromeccanici. 

Cosa

Accelerometri e i giroscopi sono concetti basati sulla meccanica classica e finalizzati alla misura in tempo reali le variazioni delle variazioni delle velocità lineare e angolare di un sistema. La loro miniaturizzazione è stata spinta dallo sviluppo di sistemi di protezioni dagli urti (airbag), dove però la necessità di una affidabilità prossima al 100% ha fatto lievitare in maniera spesso insostenibile i costi di produzione mettendo fuori mercato mote realtà produttive. 

Come

Gli accelerometri MEMS sono costituiti da due elementi in silicio uno sospeso ed un fisso, posti a distanza micrometrica l’uno dall’altro, che, sottoposti ad una accelerazione, modificano la loro separazione generando un segnale elettrico. Vengono realizzati con tecniche fabbricative analoghe a quelle utilizzate per la realizzazione di circuiti integrati. 

Dove

Benché le dimensioni della parti attive di questi sistemi raramente scendano sotto il micron, l’approccio seguito nella loro progettazione e realizzazione ha molto in comune con le nanotecnologie. Alla base di un MEMS c’è infatti la combinazione di funzionalità differenti in un solo dispositivo resa possibile dalla riduzione delle dimensioni.  

Successo

Gli accelerometri di STM non erano riusciti a penetrare il mercato dell’automotive. C’era un prodotto, una grossa realtà produttiva ma l’unico mercato esistente non era accessibile. La divisione MEMS di STM era prossima alla soppressione. 

Poi Benedetto Vigna, leader del gruppo MEMS, ebbe l’idea di inventare un nuovo mercato per una vecchia tecnologia: il mercato dei videogames prima e degli smartphone in seguito. Oggi ciascuno di noi ha un sensore MEMS di STM in tasca, e non potrebbe più fare a meno di qualcosa che 10 anni fa nemmeno immaginava esistesse. 

E dal rischio chiusura la divisione MEMS di STM divenne il primo produttore mondiale di sensori MEMS con 600 milioni di ricavi nel 2014. 

Un esempio illuminante di technology push contro market pull.